calendar_month 13.11.23 pending_actions 11 min

Cosa visitare a Ostuni

Cosa visitare a Ostuni

Sui colli sud orientali della Murgia, a pochi chilometri dalla costa Adriatica, sorge la splendida città di Ostuni. La luminosità delle case del posto le hanno valso il nome di “città bianca”, una meta imperdibile per la sua straordinaria bellezza e per la ricchezza di storie ed esperienze tutte da scoprire.

Immergiti nel candore di questa città pugliese passeggiando per la Via del Centro Storico, tra un dedalo di casette, vicoli e piazzole impreziosite dai souvenir artigianali e dai profumi dei prodotti tipici provenienti dai negozietti.

Lasciati trasportare in un viaggio unico nella storia della città a partire dai reperti esposti nel Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia, passeggia tra le case imbiancate di calce, ammira la meravigliosa colonna di Sant’Oronzo e respira l’autenticità della Puglia visitando gli accoglienti locali di Ostuni.

Piazza della Libertà e colonna di Sant'Oronzo

Se si ha in mente di visitare Ostuni, una delle tappe imperdibili è senz’altro la pittoresca Piazza della Libertà, vero e proprio cuore pulsante della cittadina. In questo largo è possibile ammirare i principali centri d’interesse tra cui:

  • Chiesa di San Francesco d’Assisi;
  • Chiesa dello Spirito Santo;
  • Colonna di Sant’Oronzo.

La prima chiesetta, dedicata a San Francesco d’Assisi, è stata realizzata nel 1304 e successivamente restaurata nella metà del settecento. La meravigliosa facciata risale invece al 1883 ed è stata costruita dall’architetto Gaetano Jurleo con lo scopo di adeguare le forme e lo stile originale della struttura al palazzo comunale adiacente.

La seconda struttura da visitare, ovvero la Chiesa dello Spirito Santo, risale ai primi anni del ‘600 ed è rimasta sostanzialmente immutata nonostante gli importanti lavori di restauro effettuati nel secolo scorso. Dotata di un ampio portale ricco di ornamenti, la Chiesa dello Spirito Santo è una vera chicca da non perdere.

La colonna di Sant’Oronzo, chiamata dai locali “La Guglia”, è la perla della piazza, eretta nel 1771 dallo scultore Giuseppe Greco come simbolo di devozione verso il santo protettore della città. Costruita in pietra calcarea locale, la colonna è alta più di 20 metri ed è ornata in stile barocco, con all’apice la statua del Santo in abiti vescovili.

Il modo migliore per arrivare ad ammirare questo cimelio è salire dalla piazza inferiore alla Piazza della Libertà, passando per la doppia gradinata centrale, che per la sua bellezza caratteristica, ha fatto da sfondo a numerosissime pubblicità.

Via del Centro Storico

La Via del Centro Storico, con i suoi negozi artigianali ed i locali tipici dove poter gustare ed acquistare le delizie culinarie del posto, è situata proprio al lato della Piazza della Libertà. Passeggiare per la via principale è un’occasione unica per immergersi nella cultura locale della città bianca. Una volta raggiunta la fine della via, è possibile ammirare l’Arco Scoppa e l’imponente Cattedrale di Ostuni.

Quest’ultima, costruita sulla cima della città durante il XV secolo, presenta le forme tipiche di una chiesa tardo-gotica. Un elemento degno di nota è il meraviglioso rosone che sormonta il portale ogivale centrale che, grazie ai suoi 24 raggi, rappresenta uno dei rosoni più grandi e suggestivi del mondo.

Una volta visitata l’imponente Cattedrale, è possibile scendere per la gradinata che porta direttamente agli scorci più antichi e peculiari della città, fino ad arrivare alle mura di Ostuni. In questo punto si ha una perfetta visuale del paesaggio circostante, caratterizzato da verdeggianti uliveti incorniciati dal mare cristallino.

Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia

Per gli appassionati di storia, Ostuni offre diverse opportunità immancabili. Una di queste è senz’altro il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia, inaugurato nel 1989 e culla di reperti dall’inestimabile valore provenienti dall’area della Murgia meridionale del periodo preistorico e messapico.

Uno dei tesori più significativi custoditi nel museo è il reperto noto come “Delia”. Si tratta dei resti di una giovane donna incinta risalente a circa 28.000 anni fa. Questo prezioso scheletro fu scoperto nell’ottobre del 1991, a pochi chilometri dal centro di Ostuni dal paleontologo Donato Coppola.

La donna fu ritrovata con ornamenti realizzati con conchiglie e denti di animali, circondata da reperti della fauna locale e da utensili in pietra utilizzati nella vita quotidiana dalle persone del posto. Ciò che rende questo reperto unico è il suo contributo allo studio dello sviluppo prenatale nel Paleolitico.

Infatti, assieme alla giovane donna è stata rinvenuta la presenza di resti fetali in ottime condizioni, offrendo così un’opportunità unica per approfondire la conoscenza di questa fase così remota della storia umana.

Tempo stimato per visitare Ostuni

Nonostante la ricchezza di storia e attrazioni tutte da scoprire, Ostuni è una città relativamente piccola, il che la rende visitabile in una sola giornata.

Il modo migliore per apprezzare le meraviglie della “Città Bianca” è fare una piacevole passeggiata nel tardo pomeriggio, evitando così le ore più calde della giornata. Durante il cammino, avrai l’opportunità di esplorare i numerosi monumenti del piccolo comune pugliese e di gustare un aperitivo nella splendida piazza centrale, assaporando i prelibati prodotti locali.

Se hai più tempo a disposizione, concediti una passeggiata nei numerosi borghi della Valle d’Itria, l’area famosa per i Trulli e ricca di luoghi che meritano una visita. Tra questi spiccano Ceglie Messapica, Carovigno e Locorotondo, oltre alla famosissima Alberobello.

Per coloro che sono affascinati dalla bellezza dei paesaggi naturali, nelle vicinanze di Ostuni sono disponibili diversi lidi e spiagge libere dove trascorrere una piacevole giornata sulla costa all’insegna del relax o dell’attività fisica vista mare.

Inoltre, a circa dieci chilometri dal centro di Ostuni si trova il Parco naturale regionale Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo: un’area naturale protetta dove è possibile partecipare anche ad escursioni, laboratori ed attività di educazione ambientale guidate.

Se stai pianificando un viaggio nel Sud Italia, scoprire cosa vedere in Puglia è un passo fondamentale per goderti appieno questa affascinante regione italiana. Percorrere le piccole vie, ammirare gli scorci sul mare dalle tipiche casette bianche di Ostuni è senz’altro un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.


Articoli correlati

calendar_month 28 Dicembre 2023

Dove mangiare piatti tipici a Ostuni

Leggi di più

calendar_month 23 Dicembre 2023

Le migliori spiagge vicino a Locorotondo

Leggi di più

calendar_month 22 Dicembre 2023

Cosa vedere ad Alberobello a Natale?

Leggi di più