calendar_month 3.12.23 pending_actions 13 min

Dove vedere trulli in Valle D’Itria?

Dove vedere trulli in Valle D’Itria?

Immersa nella bellezza autentica della Puglia centrale, la Valle d’Itria è una delle destinazioni da visitare almeno una volta nella vita. Questa affascinante area si estende tra le province di Bari, Brindisi e Taranto, abbracciando la parte meridionale dell’altopiano delle Murge. La Valle D’Itria incanta ogni turista con il suo paesaggio rurale che si fonde in modo armonioso con le sue caratteristiche costruzioni a forma conica: i trulli.

Scopriamo quali sono i borghi da non perdere dove vedere i trulli in Valle d’Itria e lasciarsi affascinare dalla storia, dalla cultura, dai profumi unici e dai paesaggi naturali della meravigliosa regione Puglia.

Locorotondo

Situata nella suggestiva Valle d’Itria, Locorotondo è una gemma dell’architettura pugliese, celebre per le sue strade tortuose e il suggestivo panorama che offre. Questa affascinante cittadina prende il suo nome dalla forma circolare e perfetta, derivante dal termine latino “Locus Rotundus,” cioè luogo rotondo. Qui, le caratteristiche casette e chiesette, tutte dipinte di bianco, creano un’atmosfera di pace e serenità unica nel suo genere.

Locorotondo è un vero e proprio scrigno di bellezza, dove l’architettura tradizionale pugliese si fonde con la natura circostante. Le strade tortuose, spesso troppo strette per consentire il passaggio di automobili, invitano i visitatori a esplorare il borgo a piedi, permettendo loro di immergersi completamente nell’atmosfera del luogo. Le caratteristiche cummerse, con i loro tetti spioventi, si ergono accanto alle abitazioni tradizionali, creando una scena pittoresca e affascinante.

Il paesaggio urbano bianco brillante di Locorotondo si apre sui panorami mozzafiato della Valle d’Itria, che si estende fino all’orizzonte, invitando alla contemplazione e all’ammirazione della bellezza naturale della regione Puglia.

Non lontano da questo delizioso borgo, si trova la celebre cittadina di Alberobello, località imperdibile se si desidera ammirare le antiche abitazioni pugliesi. Ma cosa visitare ad Alberobello? La cittadina ospita oltre 400 trulli, tutti concentrati nel quartiere dell’Aia. Nel 1996, questo quartiere è stato riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, un riconoscimento che ne sottolinea l’unicità e l’importanza storica.

Passeggiando per le stradine di Alberobello è possibile dunque deliziarsi con queste peculiari strutture pugliesi per poi raggiungere il punto culminante della visita: il belvedere di Santa Lucia, un luogo unico da cui è possibile ammirare l’intera Valle d’Itria, con i suoi trulli e paesaggi rurali.

Locorotondo e la vicina Alberobello rappresentano un binomio perfetto per chi desidera immergersi nell’incantevole mondo dell’architettura pugliese tradizionale, tra strade tortuose, trulli e viste mozzafiato. Una visita a queste località offre un’esperienza unica che cattura l’anima della Puglia e la sua ricca eredità culturale.

Martina Franca

Martina Franca è un altro piccolo gioiello della Valle d’itria, famosa per il suo centro storico ben conservato, caratterizzato da strade lastricate e trulli affacciati su piccole piazze. Questa incantevole località si trova nella provincia di Taranto, nel cuore della regione meridionale della Murgia, ed è rinomata per il suo grazioso centro storico, ricco di locali e ristoranti, ed il Festival della Valle D’Itria.

Oltre alle stradine acciottolate e ai palazzi storici ben conservati del centro, Martina Franca offre un’opportunità unica per ammirare i famosi trulli pugliesi ed i caratteristici muretti a secco che una volta segnavano i confini delle proprietà terriere dei coltivatori.

Nel martinese, i trulli non sono solo testimonianza di una storia millenaria, ma sono anche parte integrante del paesaggio e dell’identità culturale della regione. Queste affascinanti costruzioni, con il loro aspetto unico e suggestivo, continuano a catturare l’immaginazione dei visitatori, rendendo Martina Franca una destinazione imperdibile per chiunque desideri scoprire la bellezza autentica della Puglia.

La campagna circostante è punteggiata anche da suggestive masserie, amate non solo dai pugliesi ma anche da visitatori provenienti da tutto il mondo, che le scelgono come location ideale per un piacevole soggiorno durante le vacanze, ma anche per matrimoni, compleanni e altre celebrazioni speciali. Le masserie sono un altro tesoro nascosto della regione dove dormire a Martina Franca, offrendo un’opportunità unica di immergersi nella vita tradizionale pugliese.

Ceglie Messapica

Nel cercare informazioni su cosa vedere in Puglia un’altra delle mete da considerare è Ceglie Messapica, borgo ricco di storia e tradizione. Situata nella provincia di Brindisi, Ceglie si presenta come un piccolo labirinto di stradine lastricate, cortili nascosti e piazze pittoresche, dove le antiche abitazioni emergono come testimonianze viventi di un passato ricco di fascino e mistero.

Prima di arrivare nel cuore di Ceglie Messapica, è possibile ammirare trulli ben conservati immersi nella campagna che incornicia la cittadina e, molti di essi, sono stati restaurati e adibiti a residenze private o a piacevoli bed and breakfast.

Man mano che si prosegue verso il vero e proprio fulcro di Ceglie, è possibile giungere nel centro storico del comune, uno dei punti salienti di questa località salentina, chiusa al traffico per preservare l’atmosfera autentica del luogo. Questo permette ai visitatori di passeggiare tranquillamente per le stradine del comune, respirando l’aria di un’epoca passata. Qui, è possibile ammirare eleganti palazzi nobiliari, chiese storiche e antiche piazze, il tutto circondato da una campagna pittoresca.

La cucina locale di Ceglie Messapica è rinomata in tutta la regione. La cittadina è famosa per i suoi ristoranti tradizionali, dove si possono gustare piatti prelibati preparati con ingredienti freschi e genuini.

Questo borgo offre anche la possibilità di partecipare a tour guidati per scoprire la storia e la cultura dei trulli, così come le tradizioni culinarie locali. Insomma, Ceglie Messapica è l’ideale per una visita rilassante e autentica, lontana dalla folla dei luoghi più turistici.

Cisternino

Ultima tappa imperdibile del tour della Valle D’Itria è Cisternino, pittoresca località nascostra tra le colline della Puglia e autentico tesoro di trulli e sapori tradizionali. Passeggiando per le stradine acciottolate del borgo, ci si trova circondati da una miriade di abitazioni caratteristiche, che offrono uno spettacolo visivo mozzafiato e la sensazione di essere tornati indietro nel tempo.

Una delle esperienze più autentiche che Cisternino offre assieme alle altre località consigliate è la possibilità di soggiornare in un trullo ristrutturato. Numerose strutture ricettive locali hanno trasformato questi antichi edifici in accoglienti alloggi per i visitatori, offrendo così un’opportunità unica per immergersi nella tradizione locale.

Questa località nel brindisino è anche famosa per la sua straordinaria cucina. Tra i piatti più celebri della zona ci sono le “bombette“, deliziose palline di carne farcite con formaggio e pancetta, che vengono cotte sulla griglia per ottenere un sapore irresistibile. Oltre agli involtini di carne, le orecchiette con le cime di rapa, l’olio extravergine d’oliva pugliese, il vino locale e gli amari fatti in casa sono davvero imperdibili.

Il centro storico di Cisternino è il luogo ideale per passeggiare e scoprire negozi caratteristici, caffè accoglienti e piccole osterie dove gustare autentiche leccornie pugliesi. La piazza principale, Piazza Vittorio Emanuele III, è il cuore pulsante della città, e dove è possibile sedersi all’aperto e godersi un caffè o un gelato mentre si osserva la vita quotidiana dei locali.


Articoli correlati

calendar_month 28 Dicembre 2023

Dove mangiare piatti tipici a Ostuni

Leggi di più

calendar_month 23 Dicembre 2023

Le migliori spiagge vicino a Locorotondo

Leggi di più

calendar_month 22 Dicembre 2023

Cosa vedere ad Alberobello a Natale?

Leggi di più